5 giugno 2015 - A Villa de Sanctis - Casa della Cultura convegno su itinerari della Francigena V.E.R.S.O. Sud nel V Municipio

Casa_della_Cultura_V_Municipio_RomaA Roma in Via Casilina 665, alla Casa della Cultura, spazio di eventi culturali del Municipio Roma V nel Parco di Villa de Sanctis, si è tenuto il convegno "Progetto Francigena V.E.R.S.O. Sud - L'itinerario del Municipio Roma V tra le Vie Casilina e Prenestina in Consiglio d'Europa", evento inserito nel programma del Festival "VIA FRANCIGENA Collective Project 2015", con 400 eventi iscritti da giugno a settembre in Inghilterra, Francia, Svizzera, perfino dalla Scandinavia e in Italia nelle regioni interessate agli itinerari della Via Francigena dalla Val d'Aosta fino alla Puglia.

Questa V edizione del Festival VIA FRANCIGENA per le regioni del Sud Italia coinvolte, ha un significato particolare essendo stato presentato da AEVF - Associazione Europea delle Vie Francigene e da Società Geografica Italiana, il Progetto di Master Plan della Via Francigena nel Sud in Consiglio d'Europa per la certificazione come Itinerario delle Culture d'Europa. La Commissione dell'Accordo Parziale Allargato il 28 aprile ha preso atto del progetto, che riguarda le regioni: Lazio, Campania, Molise, Basilicata e Puglia. E' il primo storico passo verso l'unificazione con il Cammino da Canterbury a Roma gia certificato da 30 anni, ma soprattutto è una grande opportunità di sviluppo delle identità culturali, oltre che delle economie di turismo, artigianato e servizi per i territori.

Al convegno "Progetto Francigena VERSO Sud...", erano presenti come relatori: On Silvia Costa euro parlamentare Presidente della Commissione Cultura in parlamento UE, Sandro Polci Direttore del Festival VIA FRANCIGENA, Giammarco Palmieri Presidente del Municipio Roma V, erano presenti Maria Vincenza Zongoli dell'assessorato alla Cultura Regione Lazio, Vincenzo Carpenella, fra gli antesignani della Francigena nel Lazio, l'arch. Maria Cristina Tullio di associazione AIAPP.
La Dott.ssa Raffaella Giuliani archeologa della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, annunciata fra i relatori, non potendo intervenire al convegno, indirizzava un documento letto al pubblico, annunciando novità per le catacombe del SS Marcellino e Pietro e la prossima pubblicazione di una Guida di queste catacombe.

Photo_Album_Francigena_Municipio_RomaV

Il focus del convegno era sui munumenti, beni storico culturali, luoghi, paesaggi lungo gli itinerari sulle Vie Prenestina e Casilina.
Le slide, i video e i contenuti presentati da Onlus ICT Ad Duas Lauros, organizzatori dell'evento, erano focalizzati sul grande patrimonio storico, culturale, archeologico, spirituale di un territorio come il Municipio Roma V, che per stratificazione e concentrazione storica di monumenti, resti, luoghi, attraversati dagli itinerari francigeni, ha una potenzialità di interesse culturale, storico, turistico di assoluto valore.
Il V Festival della VIA FRANCIGENA Collective Project, è per questo territorio un occasione irripetibile (come anche le precedenti edizioni) di divulgare e valorizzare questo grande patrimonio, che può diventare rinascita del territorio e vettore di nuova economia sostenibile basata su turismo, indotto, servizi e conoscenza.

 Le slide e i video presentati da Onlus ICT Ad Duas Lauros

Nel corso del convegno gli interventi sono stati intervallati da slide e video, che hanno illustrato l'azione del Municipio Roma V, nell'ambito del progetto di governance dei beni culturali sul territorio, come l'istituzione del Gruppo di Lavoro "La Via Francigena nel Municipio Roma V" per la rilevazione dei cammini nel territorio poi proposti alle istituzioni, la partecipazione come capofila al Progetto Francigena VERSO Sud, finanziato da Regione Lazio, con partner come Società Geografica Italiana e Università Tor Vergata, oltre ad associazioni e professionisti, nella progettazione di un itinerario lungo le Vie Prenestina e Casilina che ha coinvolto il Municipio Roma VI e 21 comuni laziali. Il lavoro di condivisione e sussidarietà fatto dal Municipio Roma V e dagli enti locali del Progetto Francigena VERSO Sud ora fa parte del Master Plan della Via Francigena nel Sud in Consiglio d'Europa. Le immagini e i video come quello di un drone che ha sorvolato Villa de Sanctis e il Mausoleo di S Elena hanno suscitato entusiasmo e applausi. 

VIDEO - un drone sorvola il Mausoleo di S Elena e Villa de Sanctis

Clic sull'immagine per il video del drone sul Mausoleo di S Elena

Il Complesso Mausoleo S Elena, come è noto comprende le catacombe dei SS Marcellino e Pietro, meravigliosa pinacoteca paleo cristiana aperta al pubblico, ma i contenuti multimediali mostrati erano un vero "Grand Tour" del V Municipio che comprendeva: Porta Maggiore, la misteriosa Basilica Neopitagorica a Porta Maggiore (ora visitabile), Villa Gordiani, Villa de Sanctis e il Complesso catacombe SS Marcellinio e Pietro - Mausoleo S Elena, Parco di Centocelle, l'Acquedotto Alessandrino e tanti altri luoghi di assoluto valore storico culturale, che costellano il territorio del V Municipio.

Gli interventi di Silvia Costa, Sandro Polci e Giammarco Palmieri

La On. Silvia Costa nel suo intervento definiva scherzosamente "Dioscuri della Via Francigena nel Sud" la Onlus ICT Ad Duas Lauros, ma poi sottolineava come la Via Francigena è un fascio di cammini che sono tenuti vivi nella memoria e nell'attualità progettuale di turismo e cultura, dalle associazioni che in sinergia con le amministrazioni locali, i governi e il Consiglio d'Europa, possono realizzare "miracoli", come la Via Francigena nel Sud che solo tre anni fa era un utopia nelle menti di pochi ("matti" come noi ndr).
La On Costa citava un colloquio con Penelope Denu, Direttore dello European Institute of Cultural Routes, e alto rappresentante in Consiglio d'Europa, sull'opportunità strategica di "saldare" la Via Francigena da Canterbury a Roma, con la Via Francigena nel Sud, realizzando un unico grande itinerario di enorme valore identitario, storico, culturale, economico, unendo l'Europa al Mediterraneo fino a Gerusalemme.

Video convegno Via Francigena V Municipio Roma

Sandro Polci, direttore del Festival "VIA FRANCIGENA Collective Project 2015", rincarava la dose parlando di "Ad Duas Fratres", indirizzando l'epiteto a noi di Onlus Ad Duas Lauros, ma poi incantando la platea, con concetti molto concreti come la targhettizzazione in senso economico dei luoghi e degli eventi lungo la Via Francigena e parlando di "Civiltà del pellegrino". In questo senso Sandro Polci dimostra come i suoi "piedi saldamente attaccati alle nuvole" sorreggano una mente molto lungimirante.

Giammarco Palmieri, Presidente del Municipio Roma V (e padrone di casa), ringraziava i relatori citati per l'appoggio alle politiche di valorizzazione dei beni culturali sui territori, da sempre stella polare della sua amministrazione. Ma il Presidente Palmieri sottolineava come le Associazioni e i cittadini sensibili sul territorio, siano stati un potente passepartout per realizzare le proposte progettuali (Gruppo di Lavoro "Via Francigena nel Municipio Roma V" e il Progetto Francigena VERSO Sud). Il Presidente Palmieri esprimeva l'auspicio che presto apra al pubblico il museo nel Mausoleo di S Elena. Annunciava poi che nel Parco di Centocelle si spera di aprire presto al pubblico, la "Villa della Piscina", edificio di epoca romana (II sec. d.C.), altra perla del territorio mostrata in convegno con una riproduzione grafica. 

Agenzie di informazione e media su di noi

“Progetto Francigena V.E.R.S.O. Sud – L’itinerario del Municipio Roma V lungo le Vie Casilina e Prenestina..."  Vai all'articolo...

Convegno di Onlus ICT Ad Duas Lauros su Via Francigena nel Sud il 5 Giugno. Vai all'articolo...

Convegno sul Progetto Francigena V.E.R.S.O. Sud a Villa De Sanctis. Vai all'articolo...