20 ottobre 2013 - All'evento "Vie Sacre Expo" a Foggia, l’Europa riconosce La Via Francigena nel Sud con il contributo di AEVF - Associazione Europea delle Vie Francigene

AEVFL' assessore alla Cultura e Turismo della Regione Puglia, Silvia Godelli, ha aperto i lavori dell'Assemblea Generale della AEVF-Associazione Europea delle Vie Francigene, presso il Palazzo dei Congressi della Fiera di Foggia, in occasione della "Vie Sacre Expo".
Si può definire questa l'assemblea della svolta!
L’assemblea, coordinata dal Presidente di AEVF on. Massimo Tedeschi, ha riunito le Regioni "Francigene" dell'Itinerario di Sigerico (Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Lazio) a fianco delle quattro Regioni interessate allo sviluppo verso sud: il Lazio stesso nel tratto da Roma verso il Sud, Molise, Campania e Puglia, invitate formalmente per la prima volta a seguire i lavori, dopo tanti anni di Francigena "Sigerico-centrica", con i cammini riconosciuti dal Consiglio d'Europa fermi fin'ora alla Città del Vaticano.

cultural_routes
Protagonisti della svolta francigena verso Sud fino a Gerusalemme, sono AEVF, "Reseau Porteur" (Rete Portante) del Consiglio d'Europa, e l'Istituto Europeo degli Itinerari Culturali a Lussemburgo (Istituzione della UE per i Percorsi Culturali d'Europa). Quest'ultimo Istituto ha espresso l'esigenza dell'allargamento a Sud dei cammini francigeni, verso Gerusalemme, il Mediterraneo e l'Oriente. La svolta quindi è il nuovo orientamento del Consiglio d'Europa verso la Francigena nel Sud, con la conseguenza del cambio di statuto di AEVF-Associazione Europea delle Vie Francigene, che porterà al coinvolgimento dei progetti di sviluppo sui territori e sui cammini del Lazio da Roma alla Puglia, passando per Molise e Campania. Il Comunicato stampa della AEVF - Associazione Europea delle Vie Francigene...

roma_terrasanta