logo fusolab

Fusolab è un’Associazione di Promozione Sociale costituitasi nel Marzo 2006, ma attiva come gruppo informale già dal Dicembre 2004, che ha sede nel VI Municipio di Roma in Zona Largo Preneste.
Il filo conduttore di tutte le attività e l'obiettivo che l'associazione si proprone è quello di "sviluppare e diffondere una visione critica, alternativa e antagonista, del modello sociale culturale ed economico vigente attraverso la condivisione di spazi, conoscenze e strumenti che si maturi e concretizzi tramite l'analisi, la ricerca e l'azione diretta nei seguenti ambiti: produzione culturale (musica e arte) consumo critico, sostenibilità, descrescita e beni comuni, informazione e mezzi di comunicazione, partecipazione attiva alla vita del territorio, intercultura, accesso al sapere, istruzione, culture digitali e innovazione tecnologica".

fusolab-3Laboratorio creativo Fusolab: è uno spazio di 70 metri quadrati circa, al cui interno offre: spazio per laboratori di arti creative, spazi per le prove di giovani compagnie teatrali e spazi destinati alle assemblee di associazioni non dotate ancora di una propria sede; è possibile inoltre usufruire gratuitamente di computer collegati ad internet e di programmi per realizzare montaggi audio e video.
FusoLab offre anche uno spazio espositivo ed un ministudio radiofonico completo di tutta la strumentazione necessaria per creare la propria trasmissione, sulle frequenze elettroniche della web radio Fusoradio.

 

Fusolab: Via Giorgio Pitacco, 29
Tel: 06452218802
Fax: 0699332622
Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sito web: http://www.fusolab.net/

Teatro al Fusolab

Teatro fusolab

"Divise" di Goghi&Goghi: Nell'immagine sopra a sinistra un momento di questo spettacolo, che ha debuttato al Magfest di Torino nella sua veste rivisitata, dopo un primo studio andato in scena lo scorso dicembre. E' tornato ad animare la scena nello spazio che l’ha visto nascere: il Laboratorio Creativo Fusolab, dove proprio un anno fa Goghi&Goghi passarono una settimana in residenza creativa. Su un palco inondato di immacolati rotoli di carta igienica, “Divise” propone un viaggio dentro frammenti di immagini, collage di luoghi comuni e meno comuni, su uomini, donne e soggettività al lavoro, intrecciando il tema del genere con quello della precarietà.

17 Marzo 2012 “Una serata in famiglia” - Regia di Stefano Viali
"Una Serata in famiglia" nell'immagine sopra a destra, è un primo esperimento all'interno della rassegna "Teatro senza scarpe", con l'obiettivo di raccontare con ironia e semplicità il percorso di alcuni artisti che si esibiscono da soli in una "stanza".
"Un uomo invita a sorpresa un suo collega di lavoro a cena in un giorno qualunque. A casa la moglie e sua madre preparano da mangiare senza sapere nulla dell'ospite. Da questa semplice premessa narrativa si scatena un vero e proprio studio tragicomico, sugli effetti provocati dall'ansia delle persone, da quell'angoscia che ci tiene svegli."
Molte volte capita, mentre parliamo, di avere nella testa un altro dialogo “inespresso”, che qualche volta ci guida e qualche volta ci protegge, più vero di quello che abbiamo “di fronte”. Se emergesse il dialogo "non detto" quanto la nostra comunicazione sarebbe più vera? Siamo come degli “iceberg” che lentamente si muovono attraverso la vita, mostrando e rivelando, di tanto in tanto senza ipocrisie, quello che sta sotto.

Viali

Il regista e autore di "una serata in famiglia" Stefano Viali

Il regista Stefano Viali nel 2004, ha girato il cortometraggio in 35mm “Lotta Libera” (opera prima di 15’). Selezionato al 55° Internationale FilmFestspiele Berlin–20th Panorama. David di Donatello 2005 per il miglior cortometraggio italiano e Menzione Speciale ai Nastri D’argento 2005 per la qualità tecnica e narrativa. Nel 2006, ha girato il docu-fiction in minidv “The Hidden Gendercide” (7’) ed il cortometraggio in 35mm “Forme” (13’), Menzione Speciale ai Nastri D’argento 2007 per il soggetto.

Link al Laboratorio Creativo Fusolab 

Cinema al Fusolab

20120330 ultimopiano2La "Ultimo Piano", agenzia di produzione audio visiva, ha presentato una retrospettiva dedicata ai suoi primi due anni di attività.

L'evento si è svolto Venerdi 30 marzo, al Fusolab in Via Giorgio Pitacco, 29.
Una serata all'insegna del cinema di qualità emerso dall'impegno e dalla professionalità che  i ragazzi della Ultimo Piano riescono ad esprimere come singoli e come gruppo. Una serata per valorizzare i collaboratori, sempre pronti a cimentarsi con questa produzione piccola ma caparbia!
Una serata dedicata dalla Ultimo Piano e dalla associazione Doppio Senso Unico alla memoria dell'amico Felice Operamolla, senza il cui appoggio e amicizia non si sarebbe potuto realizzare, TRE BINARI, noir complesso e celebrale.
Una retrospettiva che spazia dalle fosche atmosfere di Un pretesto, noir improntato sull'amicizia virile, al grottesco esposto ne La fabbrica dei volti nuovi; dalla poeticità di un autentico artista di strada regalataci in Effetti digitali, all'introspezione di tre individui smarriti che fa da colonna vertebrale per Hertz.

Il trailer da La fabbrica dei volti nuovi