centrale preneste teatro

A Roma un nuovo spazio di cultura per le nuove generazioni

Con il progetto "Centrale Preneste Teatro" il Municipio Roma 5 ha realizzato uno spazio teatrale polifunzionale. E' Centro di Ricerca sui Linguaggi Scenici per l’Infanzia e i Giovani. Altre attività il Centro Interculturale Eufemia, che organizza laboratori rivolti a minori dai 6 ai 18 anni, con frequenza bisettimanale e la rassegna "Infanzie in gioco" di Teatro, Danza e Musica con matinèe per le scuole di ogni ordine e grado.

logo-ruotaliberaIl Teatro è gestito dalla cooperativa "Ruotalibera" attiva nella scena culturale italiana dal 1977. La ricerca creativa e artistica declina pratiche di animazione teatrale da cui scaturisce il lavoro creativo autorale, interpretativo, la scrittura scenica e drammaturgica. Il mondo dell’infanzia e dei giovani è il baricentro e il tratto distintivo della sensibilità della compagnia, da cui emerge una poetica di impegno culturale e civile, ascoltando le voci “in–fans” (doppio senso latineggiante) di chi è senza voce.
Nel Municipio Roma 5 zona Pigneto/Malatesta, il Centrale Preneste Teatro è pura energia pulita, propulsiva di calore umano e movimento creativo.
Il progetto è sorretto dalla visionaria complicità fra la musicista Giovanna Marini e l'architetto-scenografo Luca Ruzza, la compagnia "Ruotalibera" è un teatro di ricerca, formazione e spettacolo sulle arti sceniche con sede stabile a Roma in Via Giussano. Si connota come teatro per il territorio, con vocazione cosmopolita per la sua concezione di spazio scenico modificabile, un teatro per tutti, ma con una "mission" dedicata alle nuove generazioni e all'incontro stimolante con chi, ha molto vissuto e ha molto da narrare. Produzioni teatrali RUOTALIBERA

Centrale Preneste Teatro - Teatro per le nuove generazioni
Via Alberto da Giussano 58 – Roma
tel. 06.25393527
tel. e fax 06.27801063
Sito web: http://www.centraleprenesteteatro.blogspot.it/
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Laboratorio teatrale

Il  mestiere dell’attore, per non fingere
a cura di Tiziana Lucattini

lab teatro mestiere attoreTesto e immagini tratti dal sito blog Centrale Preneste Teatro

“Credo che se continuo a fare teatro è perché esso mi permette di incontrare uomini e donne che non si sentono a loro agio nelle loro condizioni e continuano ad alzarsi in punta di piedi come se un giorno potessero volare”
da “Teatro  Solitudine, mestiere, rivolta”  di  Eugenio Barba

La frase di Eugenio Barba, regista e grande pedagogo teatrale, indica una direzione, un senso etico e trasformativo del mestiere  dell'attore, in cui la Scuola si riconosce. I corsi sono per chiunque sia interessato ad esplorare le proprie potenzialità creative attraverso una pratica teatrale e fisica connessa ad un percorso evolutivo.
Ambiti di ricerca
Gli ambiti sono interrelati fra loro, la seguente esposizione e suddivisione intende fornire ai partecipanti uno strumento di lettura  e orientamento nel percorso formativo
LA VOCE  NASCOSTA
- Ascolto della propria respirazione e del proprio spazio interno fino a  sonorizzare il respiro e scoprire  le proprie voci  attraverso improvvisazioni vocali, singole e di gruppo.
- Letture sceniche: la voce e la comunicazione, leggere per  qualcuno, leggere facendo vedere le parole, le situazioni, i personaggi, leggere ascontando e ascoltandosi
LA REALTA’ IMMAGINARIA
- Attraverso una sensibilizzazione sensoriale, ri-creare oggetti, situazioni e ambienti immaginari con cui interagire e a cui rispondere in modo organico.
CORPO POETICO/SPAZIO POETICO
- Attraverso improvvisazioni di teatro, danza e arti marziali, scoprire le possibilità poetiche del nostro corpo nello spazio e sviluppare una qualità di energia, l’energia extraquotidiana, alla base di ogni disciplina performativa.
L’ "AZIONE"  TEATRALE
- Esplorare dei brani di un’opera per esplorare le reali  intenzioni  di un personaggio, oltre il testo scritto.

Lunedì ore 19.30 - 22.30