Parco di Centocelle - Una stratisficazione storica unica al mondo, nel parco che ancora non c'è

Foto_aerea_Parco_Centocelle

Il Parco di Centocelle, corrisponde all’area dell’ex aeroporto di Centocelle ed è il cuore dell'antico praedium imperiale Ad Duas Lauros (IV sec. d.C.), all’interno si trova un patrimonio storico archeologico unico al mondo per stratisficazioni di età preistoriche, antiche e storiche contemporanee di notevole interesse con:
ville romane, l’antico tracciato della via Labicana, sepolcri, mausolei, il tratto sotterraneo dell’antico Acquedotto Alessandrino, il Forte Casilino, l'aeroporto dismesso "Francesco Baracca", tracce di insediamenti preistorici.
In questo documento abbiamo inserito link su: lettera alle istituzioni di WWF e associazioni del territorio; dossier WWF sul Parco di Centocelle; il documento della Dott.ssa Patrizia Gioia sul Pianoro di Centocelle; il documento delle Dott.sse Rita Volpe e Antonia Arnoldus Huyzendveld su interpretazione dei dati archeologici dell'area di Centocelle; Playlist video di Esmeralda Senatore su Aeroporto di Centocelle con le imprese dei pionieri dell'aviazione Wilbur Wright e Mario Calderara.
Link al documento sul Parco di Centocelle: Dossier_WWF_Parco_di_Centocelle.pdf

Il Parco Archeologico di Centocelle ancora non c'è, dossier 2019

L'immagine sopra rappresenta il territorio del V Municipio a Roma, l'area verde in basso al centro, davanti al comprensorio degli edifici disposti a raggiera, è il PAC Parco Archeologico di Centocelle, per comodità di esposizione useremo nel seguito questo acronimo PAC

La lunga storia del Parco Archeologico di Centocelle

Sulla versione web della rivista MicroMega è apparso La lunga storia del Parco Archeologico di Centocelle di Mariasole Garacci un interessante articolo che analizza il percorso pluri decennale del PAC, dai vari aspetti storici contemporanei (in seguito vedremo quelli di storia antica romana imperiale), ambientali, paesaggistici, culturali del territorio e, note dolenti, di degrado ambientale, con la politica e le varie amministrazioni comunali e nazionali, che non hanno mai saputo o voluto dare al PAC il ruolo che gli compete, di area verde e di rilevante complesso storico unico al mondo. 

Un estratto dall'articolo  La lunga storia del Parco Archeologico di Centocelle di Mariasole Garacci su MicroMega 

Il Parco corrisponde a quello che, fino a tutto il XIX secolo, era stato un latifondo storico dei Torlonia, da questi usato come pascolo, nonché come luogo di scavo archeologico da cui provengono alcuni pezzi della preziosa collezione della famiglia. Il pianoro era particolarmente adatto ai primi esperimenti aviatorii italiani (era l’epoca di Francesco Baracca, cui sarà dedicato l’aeroporto ivi costruito in seguito), e a questo scopo il Demanio Militare lo ottenne dai Torlonia, per poi passarlo con legge 453 del 29.1.1987 al Comune di Roma per la realizzazione del Sistema Direzionale Orientale (SDO), mentre una parte tra Via di Centocelle e il confine con il Quadraro restava ai militari. La legge 396 del 15.12.1990, comunemente nota come “Legge per Roma Capitale”, indicherà infatti, tra gli obiettivi di preminente interesse nazionale per l’assolvimento da parte della città di Roma del ruolo di capitale della Repubblica, la realizzazione del Sistema Direzionale Orientale (SDO) e delle connesse infrastrutture, anche attraverso una riqualificazione del tessuto urbano e sociale del quadrante est della città. Un programma poi abbandonato per una serie di ragioni legate, in sostanza, a una mancanza di volontà politica.

Il Parco Archeologico di Centocelle è un libro di storia ancora da aprire

Un fotogramma del primo volo a motore in Italia, Wilbur Wright nel 1909 con la sua macchina volante sorvolava il Pianoro di Centocelle, attuale PAC, prima ripresa aerea al mondo  

"Villa della Piscina", situata nel lato a Nord ha una lunghissima storia, dal VI sec. a.C al VI sec. d.C, ne è stata annunciata la musealizzazione e valorizzazione

 

QUI IL VIDEO DEL VOLO

Sopra due immagini che mostrano come secoli di Storia abbiano attraversato il Parco Archeologico di Centocelle, la Villa della Piscina è una delle ville romane di epoca repubblicana e poi imperiale, scoperte nelle ricerche archeologiche degli anni '90, a fianco un altro evento storico di oltre 2500 anni dopo, al PAC è legata la storia dell'aviazione in Italia, nel 1909 Wilbur Wright fece il primo volo a motore in Italia e la prima ripresa aerea nel mondo, in questa area negli anni '20 fu costruito il primo aeroporto italiano il "Francesco Baracca", questi e gli altri eventi storici sono nella presentazione della Dott.ssa Patrizia Gioia della Sovrintendenza di Roma Capitale. Vai al documento...    

Parco Archeologico di Centocelle, perche' e' un parco ancora incompiuto

Attualmente, il Comitato PAC Libero sta lottando per questo spazio, ma si sono scontrati contro una serie di ostacoli burocratici, con passive resistenze dell’amministrazione locale, di Roma Capitale e della politica nazionale, con il Ministro Costa che ha in sostanza scaricato la patata bollente alla sindaca Raggi. 

I problemi decennali irrisolti sono:
- attività di autodemolizione all’interno del Parco, alcune autorizzate altre abusive, che devono essere delocalizzate dall’area in quanto incompatibili con la sua destinazione, ma le soluzioni risultano ancora in alto mare;
- queste attivita', contribuiscono all’inquinamento dell’area, altro problema del Parco, che necessita urgentemente di una bonifica anche da rifiuti tossici con ripetuti roghi, oltre a incendi provocati dagli autodemolitori con fumi tossici ad alto contenuto di diossina; 
- e' stata accertata la possibilità di una contaminazione diretta e indiretta per la presenza di elementi inquinanti in falda, nonché di rifiuti non classificati accatastati e interrati nel suolo.

Ricostruzione grafica della Villa della Piscina - Clic sull'immagine per le ville romane nel PAC

Un barlume di speranza viene da un nuovo bando per un progetto esecutivo che si spera di valorizzazione dei reperti presenti nel Parco di Centocelle. Si tratta tre fasi progettuali di 90 giorni, che passeranno per una Conferenza dei Servizi per approvazione e validazione. Il primo passo sara' l'inserimento urbanistico e la fattibilità ambientale, per la realizzazione di un centro espositivo, un bookshop, un area ristoro, e servizi turistici. 

Ma resta il problema della bonifica dai rifiuti, per i quali ancora una soluzione definitiva non c'è.

 

Sostieni la nostra associazione con il 5X1000

al C.F. 97648750582