WWF e Associazioni per tutele del patrimonio Storico, Naturale, Paesaggistico nel Municipio Roma V - Ad Duas Lauros

Territorio_V_Municipio_Roma 

Il WWF Lazio e del Gruppo Pigneto Prenestino, con il concorso delle associazioni attive sul territorio, hanno inviato delle lettere di istanza alle istituzioni nazionali e locali competenti (MIBAC, Roma Capitale, Regione Lazio e altre), sulla tutela naturalistica, paesaggistica, storica, ambientale delle grandi aree verdi e comprensori storico archeologici del Parco di Centocelle, dell'area ex SNIA, il Comprensorio Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa Calda, il Comprensorio Casilino Ad Duas Lauros.
Illustriamo queste iniziative collettive, con gli altri documenti di WWF del gruppo Pigneto Prenestino, di monitoraggio del patrimonio ambientale, storico paesaggistico del Municipio Roma V come:
- il Dossier di WWF su Ad Duas Lauros (antico toponimo del territorio),
- la lettera di WWF alla Regione Lazio per il lago ex SNIA.
Nella raccolta documentale abbiamo compreso:
- la Carta dei Valori del Municipio V di Giovanni Caudo,
- il GRAB Grande Raccordo delle Bici,
- il complesso archeo museale Catacombe SS Marcellino e Pietro / Mausoleo S. Elena,
- la lettera alle istituzioni per il Comprensorio SDO - Casilino Ad Duas Lauros.
Il risultato è questo articolo/documento che non vuole essere a sua volta un dossier, ma un tentativo di dare una rappresentazione anche grafica, cartografica, video del grande patrimonio paesaggistico, storico, ambientale a Roma Sud Est, nel Municipio Roma V, antico praedium imperiale Ad Duas Lauros.
Un territorio con vincoli e tutele ambientali, paesaggistiche, storiche ancora tutte da costruire e garantire, per difendere qualità della vita e un patrimonio unico al mondo di Storia, Cultura e Archeologia. 

Dossier WWF - Il Comprensorio archeologico Ad Duas Lauros: una occasione per riqualificare la periferia orientale del Comune di Roma

Piano_assetto_Parco_Centocelle   

Il Dossier elaborato dal WWF Pigneto-Prenestino sul Comprensorio Archeologico Ad Duas Lauros analizza la situazione urbanistico-ambientale a Sud Est di Roma e la situazione del Comprensorio Archeologico “Ad duas lauros”, situato nel territorio del Municipio Roma V, ai fini della riqualificazione ambientale, la tutela e la valorizzazione dell'ingente patrimonio naturale, ambientale, paesaggistico e culturale presente.
Queste le motivazioni prioritarie del Dossier Ad Duas lauros del WWF Pigneto-Prenestino, ribadite delle proposte di riqualificazione nell’ambito dell’iniziativa “RiutilizziAmo l’Italia”, promossa dal WWF Italia, anche al  capitolo 31 del Report:
Land Transformation in Italia e nel mondo: fermare il consumo del suolo, salvare la natura e riqualificare le città” al link:
http://awsassets.wwfit.panda.org/downloads/report_wwf_2015_2_09.pdf

"La salvaguardia e la valorizzazione di questi beni è l’occasione per riqualificare l’intero settore urbanistico, attraverso la realizzazione di vasti parchi urbani che interrompano la continuità di tessuto edificato...La realizzazione di detti parchi permetterebbe di migliorare la qualità dell’aria e le condizioni microclimatiche, di realizzare una rete ecologica attraverso corridoi che connettano le aree verdi comprese nel Comprensorio Ad Duas Lauros tra loro e con la Riserva dell’Aniene a Nord e il Parco Regionale dell’Appia Antica a Sud."
Link al dossier Ad Duas Lauros: WWF_Dossier_Ad_Duas_Lauros_rev_2015.pdf

Parco di Centocelle - Una stratisficazione storica unica al mondo, in un potenziale polmone verde

Foto_aerea_Parco_Centocelle

Il Parco di Centocelle, corrisponde all’area dell’ex aeroporto di Centocelle ed è il cuore dell'antico praedium imperiale Ad Duas Lauros (IV sec. d.C.), all’interno si trova un patrimonio storico archeologico unico al mondo per stratisficazioni di età preistoriche, antiche e storiche contemporanee di notevole interesse con:
ville romane, l’antico tracciato della via Labicana, sepolcri, mausolei, il tratto sotterraneo dell’antico Acquedotto Alessandrino, il Forte Casilino, l'aeroporto dismesso "Francesco Baracca", tracce di insediamenti preistorici.
In questo documento abbiamo inserito link su: lettera alle istituzioni di WWF e associazioni del territorio; dossier WWF sul Parco di Centocelle; il documento della Dott.ssa Patrizia Gioia sul Pianoro di Centocelle; il documento delle Dott.sse Rita Volpe e Antonia Arnoldus Huyzendveld su interpretazione dei dati archeologici dell'area di Centocelle; Playlist video di Esmeralda Senatore su Aeroporto di Centocelle con le imprese dei pionieri dell'aviazione Wilbur Wright e Mario Calderara.  
Link al documento sul Parco di Centocelle: Dossier_WWF_Parco_di_Centocelle.pdf

Il comprensorio storico archeologico “Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa Calda”, rischi di mancata tutela paesaggistica e storica

piantina-MisticaPiantina dell'area Mistica al Prenestino

 Il WWF Lazio - Gruppo Attivo Pigneto - Prenestino ha elaborato in collaborazione con le associazioni attive sul territorio del Municipio Roma V, una lettera indirizzata alle istituzioni nazionali e locali, per la tutela paesaggistica e storica del comprensorio Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa Calda: "Comprensorio storico-archeologico “Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa calda”. Richiesta di salvaguardia del Comprensorio attraverso l’apposizione dei necessari vincoli di tutela".
Non esiste una tutela paesaggistica e storica di questa area, dopo anni di sentenze, decreti, ricorsi, con rischio di edificazione su queste vaste aree verdi, in un territorio già densamente cementificato.
Ulteriori rischi vengono dal frazionamento delle proprietà.
Questo documento contiene la lettera di WWF e delle associazioni sul territorio alle istituzioni; piante su tutele e vincoli storico paesaggistici; la Risoluzione n.4 del 04/02/2016 del Municipio Roma V per la tutela dell'area CasaCalda.

Link al documento comprensorio Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa Calda: WWF_Tutela_ToR_Tre_Teste_Mistica_Casa_Calda .pdf

Conferenza Urbanistica Municipale del Municipio V Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica

carta_valori_offerta_turistica

La conferenza municipale si è svolta con seduta iniziale di presentazione, cui è  seguito un laboratorio partecipato presso il Municipio Roma V, il 6 maggio 2014 e in fasi successive alla presenza di associazioni del territorio, alla Casa della Cultura di Villa De Sanctis, per la definizione di una “Carta dei  valori municipali”, presentata dall'allora Assessore alla Trasformazione Urbanistica Giovanni Caudo.
Link alla slide della Conferenza Urbanistica e "Carta del valori" del Municipio Roma V: Caudo_Carta_Valori_Municipio_RM_V.ppt

GRAB – Grande Raccordo Anulare delle Bici a Roma, la più lunga ciclabile al mondo

GRAB_Roma

Il GRAB, Grande Raccordo Anulare delle Bici, è il progetto partecipato per la realizzazione di un anello ciclopedonale di 44,2 km che si sviluppa completamente all’interno della città di Roma. GRAB è la ciclabile urbana più lunga al mondo, moderno Grand Tour, itinerario di storia che da una strada di 2300 anni fa - l’Appia Antica - arriva al MAXXI di Zaha Hadid, alla street art del Quadraro e di Torpignattara, Colosseo, Circo Massimo, Caracalla, San Pietro e Vaticano, Gnam, parchi (Caffarella e Acquedotti), ville storiche (Villa Ada, Villa Borghese, Villa Gordiani) e i percorsi fluviali.
Durante l'amministrazione Marino a Roma, era il settembre 2015, l'assessore ai Trasporti Stefano Esposito liquidò il GRAB, caldeggiato dal sindaco e delle associazioni dei ciclisti, con queste parole:
"Io la bikeline non ve la faccio. Ve lo dico con molta franchezza. Con me assessore non ci sarà un solo centimetro di ciclabile disegnata in terra [...] Non intendo avere i morti gratis sulle strade".
Dopo pochi mesi l'assessore Esposito viene smentito dalla Legge di Stabilità, con 91 mln di euro previsti per le ciclabili nazionali, che comprende il GRAB a Roma.
Link alla slide sul GRAB a Roma: GRAB_Grande_Raccordo_Bici_Roma.ppt

Il WWF LAZIO scrive alla Regione per chiedere attenzione anche per il lago dell’area Ex Snia all’interno del Comune di Roma 

LAGO_ex_SNIA

Il lago dell'area ex SNIA, è in Via Prenestina zona Largo Preneste a Roma, un contesto urbano con forti criticità dal punto di vista ambientale, di densità abitativa, con alta impermeabilizzazione del suolo e ricadute sul microclima locale, importante inquinamento atmosferico e acustico e verde pubblico per abitante, inferiore agli standard urbanistici di legge.
Eppure l'area ex SNIA è diventata di straordinaria importanza naturalistica, monitoraggi effettuati da ornitologi e birdwatcher rilevano ben 64 specie di avifauna e che il lago dell'Ex Snia Viscosa, con il territorio circostante, è un'area di sosta molto importante dei corridoi ecologici a Roma EST.
Il WWF Lazio e il Gruppo WWF Pigneto - Prenestino hanno pubblicato un comunicato e inviato una lettera in Regione Lazio, per l'apposizione del vincolo di tutela come monumento naturale all'area del Lago dell'Ex Snia Viscosa, "affinché ne venga garantita la salvaguardia e la tutela delle acque, della flora e della fauna che vi si trovano ora stanziate..."

Link al comunicato WWF sul lago Ex SNIA: comun-wwf_laghetto_ex_snia_mancato_monumento_26-02-16.pdf
Link alla lettera del WWF alla Regione Lazio per la tutela del lago ex SNIA: Lettera_WWF_laghetto_ex_snia_26022016.pdf

Salvare la memoria e l'identità collettiva, appello alla Comunità parrocchiale AA. Marcellino e Pietro Ad Duas Lauros

A Roma in Via Casilina al civico 641, in piena zona Torpignattara, l'area della parrocchia SS Marcellino e Pietro è diventata un complesso archeo museale unico al mondo, comprendente le catacombe dei SS Marcellino e Pietro (aperte al pubblico dal 2013) e il mausoleo di S Elena, un prezioso monumento costantiniano (IV sec. d.C.) con all'interno un museo di reperti archeologici dell'epoca, chiuso al pubblico dopo ripetuti annunci di apertura dal 2013 a oggi di Soprintendenza e autorità vaticane.    
Il Mausoleo di S. Elena e l'incluso museo, dopo oltre 15 anni di onerosi restauri sono tuttora chiusi al pubblico per cui questo insigne patrimonio di archeologia sacra è fuori da tutti i programmi del Giubileo.
In tutta Roma i beni culturali convivono con la città moderna, qui NO, la comunità è stata brutalmente separata dalle sue ultra-millenarie memorie. Dove per secoli hanno convissuto il complesso archeo-museale catacombe-mausoleo e la parrocchia oggi c'è una recinzione metallica. E' tempo che la comunità e il quartiere facciano sentire la loro voce...
Link all'appello: SS_Marcellino_Pietro_comunita_memoria_identita.pdf

SDO, Comprensorio archeologico Casilino - Ad Duas Lauros e riqualificazione ambientale

Mausoleo_S_Elena

L'emblema del comprensorio Casilino - Ad Duas Lauros, il mausoleo di S. Elena

Il Gruppo WWF Pigneto-Prenestino e le Associazioni attive sul Territorio, hanno indirizzato una lettera alle istituzioni sulla pianificazione urbanistica del Comprensorio SDO Casilino - Ad Duas Lauros con istanze di tutela e valorizzazione dei beni culturali e ambientali presenti.
Questo territorio che comprende un notevolissimo patrimonio di aree verdi, parchi, resti, monumenti e complessi di età romana dal periodo repubblicano fino al tardo impero nel IV sec. d.C., è stato interessato fin dagli anni '60 del secolo scorso, dal faraonico progetto dello SDO (Sistema Direzionale Orientale), complesso urbanistico integrato di riorganizzazione e ricollocazione delle infrastrutture direzionali di Roma, fuori dal centro storico mediante la costruzione di un centro direzionale, nella periferia est della città. Secondo la pianificazione originaria degli anni 60/70 i territori e i municipi di Pietralata, Tiburtino, Casilino, Centocelle e Torre Spaccata, si sarebbero dovuti trasformare in un enorme centro direzionale con edifici ad uso ufficio e perfino un autostrada di collegamento.
Oggi lo SDO fortemente ridimensionato, praticamente alla sola area di della nuova citta' universitaria La Sapienza, è diventato un opportunità nei quattro Comprensori Pietralata; Tiburtino; Casilino e Centocelle-Torre Spaccata di realizzare nelle vaste aree verdi dei parchi urbani, con riequilibrio territoriale e ambientale, di valorizzazione dell'ingente patrimonio paesaggistico, storico, archeologico.

Pianificazione urbanistica del Comprensorio Casilino SDO. Riqualificazione ambientale della periferia orientale di Roma. Tutela e valorizzazione dei beni culturali e ambientali presenti. Lettera di WWF Pigneto-Prenestino e delle Associazioni attive sul Territorio alle istituzioni