Dossier WWF comprensorio archeologico Ad Duas Lauros nel Municipio Roma V

Il WWF sezione regionale Lazio e la sezione WWF Pigneto Prenestino hanno pubblicato l'aggiornamento 2015 del dossier sulla situazione di tante luci ed altrettante ombre, del Comprensorio archeologico Ad Duas Lauros, area nell'attuale triangolo territoriale fra Porta Maggiore, Via Casilina e Via Prenestina, oggetto di studi e scavi archeologici fin dal secolo scorso, nell'attuale Municipio Roma 6 a Roma Sud-Est.
Attualmente l'interesse storico archeologico e culturale, è stato esaltato dalla riapertura al pubblico del complesso Mausoleo di S Elena e Catacombe Santi Marcellino e Pietro. Una delibera del Municipio Roma V fa proprio il progetto di Ecomuseo del Comprensorio e la costruzione del tratto di Francigena del Sud in Via Casilina-Prenestina.

 WWF Pigneto Prenestino

 

Questo dossier di WWF Pigneto Prenestino, comprende i valori ambientali, paesaggistici, archeologici, storico-culturali, avi faunistici, parchi (realizzati o incompiuti) e aree verdi del comprensorio archeologico Ad Duas Lauros. Il documento riporta mappe, documenti, immagini ed è tale da costituire una risorsa preziosa per tutti coloro che hanno a cuore per la conservazione, tutela, difesa del territorio nel Municipio Roma 5 compreso fra le Vie Casilina, Via Prenestina, fino al GRA. Un grande patrimonio da difendere.

Dossier - IL COMPRENSORIO ARCHEOLOGICO AD DUAS LAUROS: UNA OCCASIONE PER RIQUALIFICARE LA PERIFERIA ORIENTALE DEL COMUNE DI ROMA. Vai al documento...

Questo dossier non è di certo rimasto lettera morta, oggi il WWF Pigneto Prenestino, rilancia la sua azione a tutela dell'ambiente, del paesaggio e dei beni storico culturali con due importanti iniziative, sul territorio del Municipio Roma V in cui è compreso il Comprensorio Archeologico Ad duas lauros, per la tutela e la riqualificazione del Parco di Centocelle e per i vincoli di tutela sull'area Tor Tre Teste - Mistica - Casa Calda

Area Verde di Via Beniamino Costantini

Si tratta di un’area verde, della grandezza approssimativa di circa 1 ettaro e mezzo, incastonata tra le vie Beniamino Costantini ad Ovest e Orazio Pierozzi ad Est, mentre a Nord confina con il Liceo Immanuel Kant e a Sud con un grande deposito all'aperto di automezzi. È vicinissima al Parco Archeologico di Centocelle e a Villa De Sanctis, e circa un paio di anni fa sull’area venne aperto un cantiere e furono effettuati lavori di sminamento e sondaggi archeologici, sembrerebbe funzionali a successivi lavori per la costruzione di due palazzine di edilizia popolare, così come previsto dal Piano Particolareggiato Quadraro SD. Vai al documento...

Il Parco archeologico di Centocelle

Avevamo già pubblicato un documentio sull'area del pianoro di Centocelle, oggi Parco di Centocelle sede di importanti scavi archeologici che hanno portato alla luce un patrimonio di enorme importanza scientifica, archeologica, storica e culturale, con il rinvenimento di vestigia dell'area risalenti all'età arcaica pre-romana e romana con la Villa della Piscina, la Villa delle Terme, ma soprattutto della Villa "Ad Duas Lauros". Il WWF ora coadiuvato da varie associazioni sul territorio, chiede la piena attuazione del progetto originario del parco e il trasferimento degli auto demolitori. Vai al documento...

Parco archeologico Centocelle Roma 

Il Parco archeologico di Centocelle a Roma, in alto in giallo la Via Casilina

Da documento del WWF Pigneto Prenestino - Una delle aree verdi del V Municipio da tempo in attesa di riqualificazione, ampliamento e valorizzazione è quella del Parco Archeologico di Centocelle, una vasta area che comprende al suo interno numerose testimonianze storiche e su cui sono apposti vincoli archeologici con Decreto del Ministro per i Beni Culturali del 9.7.1992.
Il WWF Lazio – Gruppo Attivo Pigneto-Prenestino, chiede da anni che questa area di 120 ettari complessivi (più grande di Villa Borghese) venga completata, attrezzata e messa a disposizione dei cittadini e che le attività incompatibili con essa (autodemolitori e accampamenti di fortuna) vengano delocalizzate e trasferite altrove, in siti idonei e nel rispetto delle normative vigenti, anche rispetto alla tutela ambientale. La presenza nel parco di importanti aree archeologiche, potrebbe rappresentare l’occasione per far affluire turisti e visitatori, con importanti ricadute anche in termini occupazionali. Potrebbero inoltre svilupparsi delle significative sinergie culturali/turistiche con la vicina area di Villa De Sanctis, nel cui sottosuolo sono presenti le Catacombe dei SS Marcellino e Pietro, già aperte al pubblico.  Vai al documento...

Tutela e salvaguardia del Comprensorio storico-archeologico Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa Calda

Perimetro del Comprensorio Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa Calda

Il WWF Pigneto Prenestino coadiuvato da associazioni sul territorio di Roma Sud Est, nel Municipio Roma V. indirizza alle autorità di tutela del territorio, del paesaggio e del beni culturali (fra cui MIBACT, Soprintendenza, Regione Lazio) una lettera in cui si richiede per il Comprensorio storico-archeologico “Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa calda”, la piena salvaguardia e i vincoli di tutela al paesaggio e ai beni culturali, attualmente rimossa.

Da lettera del WWF Pigneto Prenestino - Nell’area compresa tra Via di Tor Tre Teste ad ovest, Via di Casa Calda a sud, il G.R.A. e Via Muraccio di Rischiaro a ovest e la Via Prenestina a nord è presente il Comprensorio storico- archeologico “Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa Calda”, che presenta il paesaggio classico dell’Agro romano attraversato dai resti dell’Acquedotto Alessandrino, ma anche caratterizzato da significativi monumenti medievali quali il Torraccio del Rischiaro o il complesso delle torri di Casa Calda, nonché da significative architetture rurali quali il grande casale a corte della Tenuta La Mistica.
L’importanza culturale ed ambientale e la conseguente necessità di tutela di questo Comprensorio è stata riconosciuta dapprima dal D.M. 2.2.1990...
Detto vincolo di tutela è stato tuttavia annullato in toto dalle Sentenze del Consiglio di Stato n. 2763 del 1999 e n. 4567 del 12.6.2001, a seguito di ricorsi presentati da privati, in quanto non tutte le porzioni dell’area in questione sono state riconosciute meritevoli del vincolo archeologico indiretto necessario a garantire la libera visione dell’Acquedotto Alessandrino da ogni prospettiva.
Vai al documento...

Sul tema della tutela per Comprensorio storico- archeologico “Tor Tre Teste, Casa Mistica e Casa Calda”, il WWF ha presentatoto una notevole documentazione che pubblichamo a QUESTO LINK...

Il WWF Pigneto Prenestino con queste iniziative e con altre, come il contrasto alla costruzione di un super mercato in piena area a tutela archeologica in zona Via Acqua Bullicante, si pone come soggetto unificante in grado si fare "rete" con le associazioni e con i cittadini del territorio nel Municipio Roma V, a difesa di ambiente, fauna, paesaggio e beni culturali.